Spese Legali: il danno certo per le richieste di risarcimento

Evidenza Legale

Sei un infermiere professionista o dipendente ospedaliero?

Oppure un medico affermato che ogni giorno è costretto a combattere contro la cattiva gestione della sanità pubblica?

Il rischio di avere una richiesta di risarcimento per queste due professioni oggi è una terribile piaga e, purtroppo, una cosa molto probabile.
Magari dopo anni di processo si viene anche a scoprire che il danno non ha alcun responsabile e che purtroppo quello che è successo è stata pura fatalità indipendente dalla gestione del medico, della struttura o degli infermieri.

Ma resta un danno certo che grava sulle tasche del professionista: le spese legali

Se sei un medico o un infermiere sai che, ricevuta la richiesta di risarcimento, dovrai affidarti a un avvocato serio e che, soprattutto, sappia bene come funziona la macchina amministrativa/burocratica della sanità.

Oggi vediamo insieme quali sono le soluzioni e come tutelarsi a 360° senza spendere una fortuna.

Spese legali infermiere medico

Spese legali: una questione di numeri

Ebbene si, le spese legali sono semplicemente una questione di numeri.

Non lo dico io e non voglio dire che è “questione di tempo” per avere una richiesta di risarcimento, ma, come riportano gli ultimi dati della sanità pubblica, ogni professionista sanitario riceve 1 notifica di sinistro ogni 5 anni.

Aspetta. Voglio essere chiaro da subito.

Non tutti ricevono 1 richiesta di risarcimento ogni 5 anni di attività. Stiamo parlando di statistiche.
Statistiche che vengono considerate tenendo presenti quelle che sono tutte le figure professionali sanitarie e spalmate su tutto il territorio nazionale.

Quindi potrebbe anche capitare (cosa che ovviamente ci auguriamo) che ci siano professionsti sanitari che nella loro vita non riceveranno mai alcuna richiesta di risarcimento.

“Io lavoro in ospedale e faccio benissimo il mio lavoro. Non posso sbagliare”

Si, ho sentito anche questa frase quando parlo di assicurazioni che tutelano il patrimonio in seguito a errori.
Ma purtroppo, ottimismo a parte, bisogna fare i conti con 2 problemi oggettivi:

  1. Scarsa adeguatezza degli strumenti organizzativi della Sanità Pubblica
  2. Il caso, la fatalità

Tralasciamo il secondo punto, chiaro a molti ed esaminiamo assieme il primo punto.

Spese legali: un danno certo per una richiesta che non meritavi

L’infermiere non è mai l’unico responsabile del danno. Spesso le indicazioni gli vengono affidate dal medico di turno o, in casi molto più probabili, da indicazioni presenti nella cartella clinica.

Se vuoi sapere quali sono le ultime novità in merito alla giurisprudenza ti consiglio vivamente di leggere questo articolo.

Ma c’è invece un certezza. Se ricevi una richiesta di risarcimento, sia che tu sia medico o infermiere, devi già tenere conto di una spesa certa: le spese del legale.

Le spese legali sono spesso incluse nella polizza di RC Professionale solitamente vengono coperte fino a un rimborso massimo del 25% del massimale scelto.

Ma devi considerare 3 aspetti fondamentali per questa sotto garanzia:

  1. Si tratta di un rimborso spese legali quindi devi in ogni caso anticipare le somme tu
  2. La copertura opera “solo quando la Compagnia ne ha interesse”
  3. Non sei libero di scegliere il legale che vuoi

Quindi a questo punto abbiamo 2 certezze

  1. Ricevuta la richiesta di risarcimento il medico e/o l’infermiere, che sia colpevole o no, deve da subito affrontare una spesa non prevista per pagare il legale
  2. Se non ha una copertura adatta non sarà neanche libero di scegliere il legale che lo rappresenti in caso di rimborso spese legali in polizza.

Che fare dunque per coprire le spese legali in quanto danno certo?

Spese legali all risks broker

Tutela Legale: la giusta copertura per tutte le spese legali

Ecco che ci viene in aiuto la copertura chiamata “tutela legale”.

In buona sostanza altro non è che una copertura studiata ad hoc per mettere a stretto contatto la Compagnia Assicurativa che eroga la copertura direttamente con il legale che rappresenterà l’Assicurato in caso di richiesta di risarcimento.

Le spese legali verranno quindi coperte in toto fino al massimale scelto in fase di stipula.

I due aspetti di maggiore rilievo?

  1. Libertà di scegliere il legale che l’assicurato preferisce
  2. Certezza della copertura in termini di compensi nei confronti del legale

Dunque l’assicurato dovrà soltanto, in questo caso, preoccuparsi di mettere in contatto la Compagnia assicurativa con il suo legale rappresentante e il sinistro procederà fino al suo naturale decorso.

Spese legali

 

Spese Legali per medici e infermieri: la soluzione che proponiamo

Anche qui, arrivati a questo punto, desidero elencarti le caratteristiche principali della soluzione Tutela Legale che maggiormente ha attirato la nostra attenzione per avere le più ampie coperture e il costo più basso.

  • Massimale: €. 30.000
  • Retroattività di 2 anni in ambito penale
  • Retroattività di 5 anni in ambito amministrativo
  • Libera scelta del legale per foro competente
  • Difesa Penale per delitti colposi e contravvenzionali
  • Difesa nei procedimenti instaurati avanti la Corte dei Conti
  • Premio: €. 25 l’anno

Se per esempio sei un infermiere e hai quindi già letto questo articolo inerente la RC Professionale e questo inerente il rischio contagio, puoi ben capire che con solo €. 110 l’anno sei completamente assicurato per:

  1. Tutela Legale
  2. Rischio HIV, Epatite B e C
  3. RC Professionale (colpa live e colpa grave)

Abbiamo studiato queste soluzioni per coprirti al meglio e al tempo stesso evitare di farti spendere una fortuna.

Adesso tocca a te capire se vale la pena coprirti a dovere per tutelare te, la tua famiglia, il tuo patrimonio.

Per ulteriori informazioni trovi i nostri contatti QUI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

9 + quattro =